Pagine

martedì 9 maggio 2017

Se torna a galla la "Strega rossa"

L'occhio si sofferma su scene ambientate tra la ciurma di un galeone in preda alla follia e all'irrequietezza. Ci sono pochi film che meglio di questo  hanno saputo raccontare l'umanità e la ragione  allo sbando; emozioni come l'invidia, la passione ed il bisogno di controllo si rincorrono  in un violento vortice che dall'oceano si spigiona su isole selvagge e dimenticate. La ricostruzione del galeone e lo sfondo di oceano disegnato sul cartone (per i film dell'epoca la soluzione più economica...) sembrano quasi essere scelti apposta per rendere ancora più deliranti ed inverosimili queste scene e quest'ambientazione che porta lo spettatore in uno stato di ansiosa curiosità.
John Wayne in questo film recita divinamente, il cow boy un po' truzzo che abbiamo visto in tanti western degli anni 50 qui ci rivela un'insospettabile bravura aggiunta ad una discreta profondità d'animo e di linguaggio. Il nostro eroe interpreta un capitano di una nave alcolizzato che decide di affondare la Strega Rossa (il "suo" galeone, appunto) per prendersi il bottino di lingotti d'oro nascosto nella stiva e scambiarlo in perle sull'isola più vicina. John Wayne  è l'uomo in conflitto costante tra il male ed il bene, quando è sul galeone  si chiude nella sua stanza e cade in preda all'alcool e ad uno strano stato di depressione violenta, in altri momenti è dolcissimo ,soprattutto quando si dimostra protettivo verso un ragazzo selvaggio (lo salva quando sta per annegare durante la pesca). La scena più bella del film è senza dubbio quando questo capitano viene riconosciuto dalla tribù d'indigeni per aver salvato la vita in passato al figlio di un capo, John Wayne rappresenta  l'integrazione di un uomo occidentale con il popolo del mare ma anche un essere tormentato.  Un amore infatti gli è stato rubato da un comandante della Compagnia delle Indie Orientali che un tempo credeva amico. Il comandante pazzo o il comandante romantico? Questo è l'enigma su cui ruota tutta la storia, ci si domanda spesso che cosa salta nella testa di Wayne?, qual è la sua vera faccia?, quella crudele e vile o quella profonda ed altruista?...; in questo ruolo l'attore americano è magistrale.  Non  vi diciamo cosa si scoprirà nel film ma è sicuro che ciò avviene sull'isola dove naufraga dopo l'affondamento della Strega Rossa e dopo aver rincontrato qui colui che gli strappò il grande amore....   I sentimenti tornano sempre a galla!
Arlo Skocir

Nessun commento:

Posta un commento