Pagine

mercoledì 22 giugno 2016

ROTTA PER: VIA MORETTO E GLI ISOLATI OLTRE IL CAMINO

 L'Estate è appena cominciata e il caldo inizia a farsi sentire. Iniziano ad avvicinarsi quelle giornate in cui è bello passeggiare per la grande città, esplorare quartieri non ancora conosciuti, incontrare facce nuove dal volto sudato e impaziente di trovare un tetto da qualche parte dove potersi proteggere dal sole. In questi pomeriggi soleggiati non siamo ancora abituati al grande caldo e quindi ci sentiamo attratti da piazze con giardini ombreggiati o angoli stretti dove poter godere un po' di aria fresca della corrente che passa. All'ombra però è pieno di gente che ride, scherza e coglie l'occasione di una pausa tra un temporale e l'altro per uscire in massa e andare alle varie feste ed incontri mondani; tutto questo è di una sorprendente bellezza e ci sono alcune zone in città dove lo si può notare in modo chiaro. Abbiamo scelto la zona meridionale di Città che si sviluppa intorno a Via Moretto da Brescia per descrivere questo spettacolo di colori, suoni ed emozioni. La canzone ideale per immaginare una passeggiata del genere sull'I Pod è “Some kind of beautiful” di Peter Cincotti.


  • Arrivate con la linea bus 91 in zona Città studi e scendete all'altezza di Via Moretto da Brescia.
  • Immettetevi in Via Moretto da Brescia e percorretela sul lato sinistro. Subito all'angolo noterete il Bar Mauro, date una sbirciatina dentro e fatevi conquistare dal bancone vintage in legno con all'interno dei pannelli artisticamente colorati, c'è anche una parete a specchio davvero originale. Proseguite sullo stesso lato fino a notare a lato dei grandi portoni da cui s'intravede l'interno del grande complesso di palazzi storici con le pareti gialle e rosa. Superate l'incrocio con Via Reni e proseguite mordendo lo stesso marciapiedi sinistro fino ad arrivare all'altezza della traversa Via Colombo. 

     Qui fermatevi qualche minuto ad osservare la struttura di fronte a voi al n.9, si tratta di un'opera d'arte Liberty che possiede particolari architettonici e artistici forse unici a Milano: Il portone circolare d'ingresso circolare che richiama lo stile di Sommaruga, i disegni stilizzati sulle pareti che creano le figure di due grandi leoni e sopratutto il grande camino con il muso leonino che domina dall'alto. Si tratta della struttura che un tempo ospitava la ditta CARTOTECNICA ACHILLE DE ORCHI. Seguite ancora un po' i vostri passi su via Moretto da Brescia fino ad incontrare Via Saldini, qui girate a destra e percorrete la via sul lato sinistro, dopo poco fermatevi a notare la particolare facciata marmorea della Cappella Diomadre con il suo tetto a spiovente che sembra incassato dentro al palazzo soprastante, anch'esso particolarissimo per le colonne sporgenti e squadrate. Al fianco della Cappella troverete l'Hotel Città studi, notevole per l'insegna e gli interni splendidamente demodè. Continuate a marciare, superate l'incrocio con Via Beato Angelico e arriverete in una grande piazza ombreggiata e ricca di vegetazione, si tratta di Piazza Guardi.


     Qui dovrete per forza fermarvi qualche istante a notare a notare i grandi palazzi in stile razionalista e modernista che sbucano da dietro gli alberi. All'angolo con Via Briosi ci sono due stili totalmente opposti che si fronteggiano: Da un lato c'è una struttura con angolo circolare che s'innalza in una composizione di balconi e dall'altro un edificio massiccio con un'architettura squadrata e vagamente neoclassica. Introducetevi in Via briosi marciando sul lato destro, qui noterete un particolare negozio d'epoca , la Macelleria Bottini e sul lato opposto della strada un bellissimo terrazzo che si alza fino a metà di un palazzo marrone. Arrivati all'incrocio con Via San Gallo fermatevi ad ammirare il Ristorante Oceania , la cui insegna è particolarissima, in uno stile esotico anni '70 da amare, l'interno è molto originale e sul vetro compare la scritta: “Pizzeria dal 1972”. Poco più in là troverete la piazzetta con giardini creata dall'incontro amoroso tra Via Briosi e Via Beato Angelico.
  • Sul lato destro dello spiazzo fermatevi ad osservare una vetrina decorata da statuette e da oggetti strani, sopra esse si ammira la scritta Mexamerica, si tratta di un'agenzia di viaggi specializzata in viaggi transoceanici. Proseguite ancora un po e fermatevi a notare il palazzo che si eleva sopra voi, si tratta di una struttura particolare ed eretta su archi in mattone marrone. Arrivati al semaforo attraversate Via Beato Angelico e tornate indietro stando sulla via, questa volta vi troverete sul lato destro e opposto della piazzetta. Svoltate subito a destra e percorrete sul lato sinistro Via San Gallo. Qui noterete subito sul lato opposto, al civico n.28 un portone in sttile neoclassico sul quale domina la scritta “D-MCMXXXIII”. Proseguite mordendo lo stesso marciapiedi fino a trovarvi di fronte ad un grande cancello attraverso il qual s'intravede un grande giardino e una statuetta di Olivia con in mano un menù. Sopra di voi è eretta la scritta Il Doge di Amalfi.  
    Continuate sulla via colorata da facciate liberty verdi, gialle e rosse fino a trovarvi di nuovo in Via Moretto da Brescia. Qui Svoltate a sinistra e percorrete la via sull'argine sinistro, dopo poco noterete L'Union Club, un locale molto demodè con all'interno mezzi busti di manichini e quadri colorati, continuate e dopo alcuni metri fermatevi ad osservare il giardino all'interno del n.22, c'è una bellissima statua neo classica. Marciate sull'asfalto rovente di Via Moretto fino a trovarvi di nuovo in Viale Romagna e di fronte al mitico Bar Mauro.
  • Qui aspettate la 91 che prima o poi passerà in un caldo pomeriggio d'inizio Estate.
            Arlo Skocir

Nessun commento:

Posta un commento