Pagine

venerdì 14 giugno 2013

Approfondiamo il MANEGIUM

Per chi desiderasse avere ulteriori informazioni sul “Manegium” dobbiamo assolutamente precisare che il gruppo culturale si occupa di ricerche storiche,artistiche, archeologiche e etnografiche con un raggio d'azione in tutta l'area geografica che comprende Trecenta est, Villamarzana ovest,Canda, Castelguglielmo,Pincara, San Bellino, Villanova del Ghebbo e Fratta Polesine.
E' fondamentale sapere che in questi anni ha allestito e ideato importanti musei nella zona come il Museo Civico Archeologico di Fratesina e il Museo Etnografico della civiltà e del lavoro in Polesine; il Manegium organizza anche importanti eventi come il Concorso di Arte Contemporanea che si tiene ogni anno a Giugno in questa zona. Il gruppo prende il nome dall'antico territorio che comprendeva gli odierni comuni sopraindicati, il museo e la collezione fotografica storico-documentaria si sono insediati in un palazzo cinquecentesco di Fratta Polesine, appartenente alla storica famiglia dei Dolfin, i cui lavori di restauro sono terminati nel 2000. Qui trovate importanti documenti e testimonianze inerenti alla storia del Martire Frateggiano Giacomo Mateotti, della Carboneria Polesana e delle ceramiche polesane del 1600; tutto questo ovviamente unito al Museo Etnografico. Vogliamo infine sottolineare quella che è la filosofia del Manegium: L'associazione culturale si prefigge ,attraverso i suoi musei e le sue iniziative, lo scopo di far apprendere alla gente lo sforzo compiuto dai polesani, dall'unità d'Italia alla grande alluvione del 1951 (periodo storico di riferimento per la documentazione) per facilitare e migliorare la proprie condizioni di vita.
In questo senso gli strumenti raccolti sono il segno di uno sforzo compiuto per trarre piu beneficio e guadagno possibile da un territorio che era l'unica risorsa per un popolo che viveva miseramente. La capacità di reinventarsi dei polesani è sempre stata sorprendente, la terra su cui vivono ha segnato nella storia improvvisi e drastici cambiamenti nella vita e nel lavoro, la gente creava sempre nuovi modi e strumenti per arare, allevare, coltivare, cibarsi e vivere.
Tutti questi strumenti oggi li troviamo qui, in una landa che ha conosciuto bene e velocemente cos'è il progresso.

Mister:G

Nessun commento:

Posta un commento