Pagine

lunedì 25 febbraio 2013

Milano e Tel Aviv


Allo Spazio Oberdan, nel panorama della rassegna del cinema israeliano, in programma dal 23 al 28 febbraio, lunedì 25 febbraio l'assessore Ruggero Gabbai ha parlato del viaggio, in vista dell'Expo 2015, del sindaco Pisapia a Tel Aviv, città contempranea, anima dell'Israele di oggi, che è attenta all'arte e che vi investe, che che cresce verso l'alto, ma che contemporaneamente preserva il proprio passato architettonico, in questo caso il  bauhaus, "un po' Miami, un po' orientaleggiante", gemellata con Milano dal 1997, sebbene "molto diverse", in quanto entrtambe "motore economico e sede della borsa del proprio Paese". Il sindaco, accolto molto bene, informalmente, oseremmo dire amichevolmente, dal proprio collega israeliano, che lo ha invitato a cena sulla collina di Jaffa, è rimasto colpito dal sostegno, anche ecomico, dell'amministrazione comunale a nuovi progetti e a nuove aziende, in favore di giovani e idee vincente (la chat icq è nata qui) e vorrebbe fare qualcosa di simile a Milano. Allo stesso modo vorrebbe introdurre gli skate che vanno a pile, utilizzati a Tel Aviv, che potrebbero essere un mezzo contro l'inquinamento e la congestione del traffico, sfruttando il fatto che la nostra sia una città prevalentemente pianeggiante, al pari di Tel Aviv.


Alla fine, è stato offerto un buffet, un Happy Jewish Hour. Kosher, natuurlijk. Molto buono, soprattutto le orecchie di Amman, con marmellata di datteri. Da segnalare anche le chiacchere perché quella kosher è un procedimento, una serie di regole, avendo carattere soprattutto etico-religioso, un'ortoprassi. Avevo mangiato kosher nel quartiere ebraico, celeberrimo, di Anversa (ecco che torna!), ma quello di questa sera mi è piaciuto di più. Forse anche perché era gratis?


Anversa, quartiere ebraico

Anversa, quartiere ebraico


                                                                                                                                                                 mp
 

Nessun commento:

Posta un commento