Pagine

giovedì 4 ottobre 2012

REQUIEM PER UNA GIRAFFA RIBELLE




Qual'è il colmo per una giraffa? ...Scappare dallo zoo, affrontare il traffico e poi essere ammazzata.

Questo fatto avvenuto a Imola qualche settimana fa è reale: l'animale è fuggito dal suo recinto e si è ritrovato in strada, in mezzo al traffico creando panico tra gli automobilisti; subito dopo è stato bloccato e sedato ma accidentalmente è morto sul colpo.
Questo avvenimento rappresenta l'emblema del contrasto tra due mondi ormai troppo lontani: quello umano e quello animale.
La bestia sporca che produce versi e non sa ragionare, quell'essere che , per quanto bello sia, noi consideriamo inferiore, ha conservato il dono del sogno di libertà.
La giraffa ha saputo reagire alla costrizione del recinto e si è ribellata, la giraffa ha pensato che oltre la staccionata ci fosse un deserto verde e infinito pieno di pace e speranza , ha trovato solo pericoli e velocità.
Ma quale puo essere il mondo di un animale come questo in una realtà tecnologizzata , frenetica e ossessionata dai ritmi lavorativi come la nostra?
Non c'è risposta, .. forse una volta lo zoo aveva più senso, quando l'uomo, o perlomeno i bambini, avevano ancora la capacità di meravigliarsi, di intenerirsi di fronte all'animale e questo, guardando quegli occhi, era felice.
La giraffa fuori dallo zoo ha continuato a correre come per cercare uno spiraglio, una soglia di sopravvivenza per raggiungere quella libertà così desiderata...ma provando così tanta rassegnazione e sofferenza per quel mondo che gli stava intorno si è concessa alla morte.
Ed io provo così tanta tristezza, attraverso essa, per quella disillusione e quello squallore fatto di auto, caos e fumo trovato oltre il recinto dello zoo!!!

Monsieur G.

                                                           

Nessun commento:

Posta un commento