Pagine

lunedì 17 settembre 2012



QUANDO LA NAVE ARRIVERÀ

Verrà il tempo
Quando i venti si fermeranno
E la brezza cesserà di spirare.
Come la quiete nel vento
Prima che l'uragano cominci,
l'ora in cui la nave arriverà in porto.

Ed i mari si divideranno
E le navi si scontreranno
E le sabbie sulla riva tremeranno.
Poi la marea risuonerà
E le onde scrosceranno
Ed il mattino comincerà a sorgere.

I pesci rideranno
Nuotando fuori dal loro corso
Ed i gabbiani tutti sorrideranno
E le rocce sulla sabbia
Si ergeranno fiere,
l'ora in cui la nave arriverà in porto.

E le parole che sono state usate
Per confondere la nave
Non saranno capite mentre verranno dette
Perché le catene del mare
Saranno spezzate nella notte
E saranno sepolte nel profondo dell'oceano.

Una canzone si innalzerà
Mentre la vela maestra scenderà
E la barca scivolerà verso la spiaggia.
Ed il sole rispetterà
Ogni faccia sul ponte,
l'ora in cui la nave arriverà in porto.

Poi le sabbie srotoleranno
Un tappeto d'oro
Perchè i vostri stanchi piedi
possano toccarlo
Ed i saggi della nave
Ancora una volta vi ricorderanno
Che il mondo intero sta guardando.

Oh i nemici si alzeranno
Con il sonno ancora negli occhi
E dai letti si scuoteranno
e penseranno di stare sognando.
Ma si pizzicheranno e grideranno
E sapranno che è vero,
l'ora in cui la nave arriverà in porto.

Allora alzeranno le mani
Dicendo "faremo ciò che volete",
ma noi dalla prua grideremo
"i vostri giorni sono contati".
E come il popolo del Faraone,
saranno sommersi dalla marea,
e come Golia saranno vinti.

                                                                           Bob Dylan

Nessun commento:

Posta un commento