Pagine

giovedì 3 maggio 2012

La lentezza


La Lentezza è il primo romanzo di Milan Kundera in francese, è stato scritto nel 1994 ed è uscito in Francia nel  gennaio.  Si ritrovano alcuni degli elementi che lo hanno spesso caratterizzato, come il parallelismo tra due vicende, che alla fine si incrociano, e le divagazioni. La lentezza del titolo è connotata positivamente e viene messa in antitesi con la velocità, che assume un valore negativo ed à vista come la cifra della nostra epoca.   

Scrive l’autore che quando vogliamo dimenticare qualcosa acceleriamo il passo. 
E ancora:
 “Perché il piacere della lentezza? Dove mai sono finiti i perdigiorno di un tempo? Dove sono quegli eroi sfaccendati delle canzoni popolari, quei vagabondi che vanno a zonzo da un mulino all’altro e dormono sotto le stelle? (…) Un proverbio ceco definisce il loro placido ozio con una metafora: essi contemplano le finestre del buon Dio. Chi contempla le finestre del buon Dio non si annoia; è felice”.

Nell’opera ci sono anche elementi erotico-sessuali, esistenziali e politici, in senso ampio. C’è tutto quello che un lettore di Kundera si aspetta da Kundera.


Mp

Nessun commento:

Posta un commento