Pagine

domenica 8 gennaio 2012

LANA DEL REY: PIN - UP MALINCONICA


Una giovane ragazza, con lughi capelli biondi raccolti in un'acconciatura che richiama quelle degli anni 50, potrebbe essere una delle tante conquiste di un marinaio della Red Star Line magari nel porto di New York, il suo viso è molto curato ma con un'espressione particolare che sembra nascondere una lieve tristezza; ciò le da un'immagine bellissima e non convenzionale.
Le immagini iniziano a scorrere e la ragazza libera il suo canto intenso e malinconico, è Lana del Rey, l'ultima promessa della scena Indie Pop americano e questa è la sua ultima canzone “Video Games” lanciata da poche settimane nelle classifiche di mezzo mondo.
Lana del Rey si presenta sulla scena con un look totalmente differente dalle cantanti coetanee: un'abbigliamento molto vintage degno della mitica Marylin e di B.B., i fiori nei capelli che fanno molto esotismo hippy e un'atteggiamento da diva holliwoodiana.... insomma un fascino indiscutibile accresciuto anche dalla sua voce profonda e trasognante.
Ma quello che ha di particolare il pezzo “Video Games”, oltre all'intrpretazione scenica e vocale della cantante, sono le parole; un testo da cui emerge tutto il disagio e la desolazione di alcuni adolescenti di oggi.
La canzone parla di una relazione con un regazzo che ama i videogiochi ma anche di due idee diverse del piacere, dei sentimenti e della vita. La ragazza in questione è pronta a fare tutto per lui, infatti :“Ti dico che sei superlativo.mi avvicino per un grande bacio,mi metto il tuo profumo preferito”, e lui “andiamo a giocare ai video games”.
Quello che ci rivela il testo è sopratutto l'imcomunicabiltà, problematica presente in molti casi tra giovaninissimi di oggi, e tutta la frustrazione che nasce da ciò.
Se facciamo caso al modo di cantare di Lana del Rey esprime tristezza ma, ancora di piu ,alienazione; è l'alienazione il sentimento veramente in questione.
Che cos'è la malinconia per queste nuove generazioni? Come mai un essere umano che dovrebbe essere pieno di vigore e felicità a questa età, si riduce in uno stato depressivo – sentimentale?
Il probelma principale è che non pochi adolescenti sono abituati al consumismo piu sfrenato e quindi ad avere per essere, questo accresce l'egoismo e la culto dell'immagine per il singolo individuo.
Questa abitudine all' “usa e getta” e al “tutto e subito” porta ad una situazione in cui non si sa piu che cosa è veramente importante nella vita e cosa si deve conquistare; ciò porta ad una svalutazione dei rapporti umani e sentimentali.
Nella canzone traspare benissimo,infatti, il concetto di consumismo legato ad un lui che usa i videogiochi e accosta la sua donna ad essi come se fosse un'oggetto ed un sentimento d'insoddisfazione di lei nel tentativo di dare emozioni al partner.
Definirei Lana del Rey una delle migliori interpreti della malinconia tradotta in musica di oggi, quello che fu Tenco in Italia negli anni 6o o Nick Drake negli anni 70, entrambi parlavano di disagio e di difficoltà nei rapporti umani.
La malinconia è sopratutto questo, un sentimento negativo dovuto ad un ostacolo esistenziale che non ci permette o non ci ha permesso di realizzare un nostro desiderio o, addirittura, un sogno.
Ma essa è anche bellissima perchè se non si facesse notare attraverso canzoni, poesie, film etc.. non potremmo porci delle domande importantissime su di noi, sulla nostre generazioni, sugli errori e i progressi della specie umana, sul tempo che è stato e il tempo che verrà.
Ps: Tengo a precisare che tutte queste “seghe mentali” ovviamente non sono riferite alla categoria adolescenti in generale, ho voluto solo sfuttare una canzone d'oggi per parlare di un problema esistenziale.
   
                                                                                      Monsieur G

Nessun commento:

Posta un commento