Pagine

lunedì 19 dicembre 2011

E' sembrato talmente evidente, da far pensare che l'idea non fosse nuova e da far temere che qualcuno se la fosse già accaparrata. O che lo potesse fare da un momento all'altro. Invece, per quanto ne sappiamo finora, nessuno lo ha ha fatto. Tranne noi. Ma di che cosa si sta parlando? Delle analogie tra Milano e Anversa. Anzi, delle loro corrispondenze, delle loro affinità, quasi di sorellanza. Del resto, le due città non condividono forse un substrato celtico e non hanno avuto dei dominatori in comune, come gli spagnoli e Napoleone. La cosa ovviamente non si a specchio l'una dell'altra? Tuttavia, con Anversa, la situazione è diversa, in quanto più profonda, come se le due città esistesse un rapporto di fratellanza, per quanto sconosciuto al grande pubblico. Del resto, Anversa non è (in)giustamente una delle mete più gettonate d'Europa. Come probabilmente non lo è Milano. Per meglio dire, hanno un pubblico (target io non lo scrivo) che può essere per certi aspetti può essere considerato in cerca delle stesse cose. Entrambe le città si pongono non solo come capitali del divertimento, come città forte dal punto di vista economico e come metropoli cosmopolite e in questo caso non solo le sole, però Anversa è la seconda città al mondo dopo Amsterdam per numero di comunità straniere, stando a quando scrive la Gazet van Antwerpen e Milano ha il alto numero di sedi diplomatiche, dopo New York, secondo Panorama. Ma sono altresì luoghi della moda e del design. La moda, innanzitutto. Milano, Parigi, New York. Ma anche Anversa, con i suoi stilisti, gli Antwerp Six capostipiti usciti dalla Scuola Reale delle Belle Arti, il Mode Natie adiacente. Due nomi, solo a titolo di esempio: Margiela e Bikkembergs. Il design, di cui entrambe si vantano di essere un centro. Occorre ricordare che Anversa è la capitale mondiali dei diamanti, con tanto di borsa? A tutto questo, si aggiunga anche un atteggiamento di grandezza comune a tutte e due le città (Anversa ha la più grande comunità ebraica, la più grande chiesa gotica del Belgio, il secondo porto d'Europa, che però per alcuni aspetti è il primo, uno degli zoo più grandi, belli e antichi etc. e gli anversesi sono chiamati diknek, collo grosso) e alcuni
elementi della toponomastica anversese come Lombarsvest e Lombarstraat (presenti, a dire il vero, anche in altre città dell'area, come L'Aja) e due posti, un ristorante e un negozio di negozi che si chiamano Milano. Questi sono solo alcuni fattori che hanno fatto germogliare l'idea. Di altri se ne parlerà nel corso del tempo. L'Associazione Mi.An. è nata ufficialmente il 29 aprile 2010. Per ora, l'attività è stata solamente virtuale, con un blog, twitter e facebook, che per quanto non molto utilizzati, soprattutto l'ultimo, costituiscono comunque un inizio e un mezzo per farsi conoscere. A dare la soddisfazione più grande è sicuramente twitter, dove tra i seguaci c'è anche la Provincia di Anversa e altri iscritti attivi nel mondo culturale della città fiamminga. Ora però è arrivato di uscire dalla virtualità. Detto meglio: di non limitarsi a essa. Lo scopo? Creare o comunque intensificare dei legami, soprattutto culturali, e magari arrivare, perché no, a farle gemellare.




Perchè RED STAR LINE? Presentiamo questo blog con questo nome perchè non ne esisterbbe uno piu adeguato.
La compagnia navale belgo-statunitense che portava gli emigranti nelle americhe aveva la stessa missione che ha questo blog nei confronti dei lettori.
Il blog innanzitutto parla di Anversa, città non ancora conosciuta nel grande circuito della comunicazione turistica, città dai mille volti, città simbolo della multculturalità. Dal modello Anversa parte tutto il nostro discorso che si sviluppa in diversi concetti come l'emigrazine, il confronto tra culture diverse, ma anche le cartine geografiche di Plantin-Moretus come metafora di avanscoperta, esplorazione nel mondo e nella vita.
Il Blog parla di Milano, ma non di quella che conoscete, la Milano ancora legata ai vecchi bar e ai negozzietti tramandati da piu generazioni, dove l'aggregazione e il confronto ancora esistono come fossili che si sono conservati nel tempo.
E poi il blog parla di tutti quei luoghi che ancora sanno parlare ed emozionare pur essendo stati fuori da ogni canone commerciale come vecchi libri trovati nello scantinato!

…. Il blog parla di noi, di pensieri che ci nascono bevendo un Pastis, fumando una sigaretta o semplicemente alzando la testa dal cuscino, che vi piaccia o no!!!

…..Quindi a voi la lettura !!!





Nessun commento:

Posta un commento